CICLOTURISMO A MANTOVA: ECCO IL PRIMO INTERVENTO DEL PROGETTO MEDCYCLETOUR

Arriva una grande news per tutti gli appassionati di Cicloturismo! La Provincia di Mantova ha recentemente confermato le modifiche strutturali eseguite sulle rampe e sulla struttura fissa del ponte di barche sul fiume Oglio che ne consentiranno la transitabilità a pedoni e ciclisti durante tutto l’arco dell’anno.

IL PROGETTO
Questo è solo il primo degli interventi inseriti all’interno del Piano d’Azione del progetto europeo Medcycletour (MEDiterranean Cycle route for sustainable coastal TOURism) portato tenacemente avanti dal Consorzio Oltrepò Mantovano, in collaborazione con la Provincia di Mantova, allo scopo di promuovere il cicloturismo sostenibile lungo la ciclovia EuroVelo 8.

Il Piano d’Azione, che è stato ratificato dall’Assemblea dei soci del Consorzio Oltrepò Mantovano, riporta l’elenco delle attività da realizzare nel prossimo futuro, una volta individuate le leve finanziarie necessarie; suddivide le attività e gli obiettivi progettuali in un arco temporale prefissato, inquadra le risorse finanziarie necessarie a completare gli interventi essenziali rilevati dal survey, e mira ad apportare miglioramenti e aggiornamenti dello stato attuale del percorso inquadrando le diverse strategie nel breve, medio e lungo periodo.

LE AZIONI
Le azioni del piano sono raggruppabili nelle macro-categorie infrastrutture, servizi, promozione ed organizzazione. All’interno delle azioni descritte è stato preso atto dei riscontri e delle osservazioni pervenute dai partecipanti dei cinque workshop che si sono tenuti a Sermide, Viadana, Governolo, Borgoforte e Quistello e che hanno visto un dialogo costruttivo tra i portatori di interesse pubblici e privati.

Ogni azione, inoltre, è identificata da un codice di “priorità” che quantifica il grado di rilevanza dell’intervento per il completamento del tratto mantovano della EuroVelo 8, suddiviso in: essenziale, importante, aggiuntivo/supplementare ed ulteriore. Tra gli interventi “essenziali” era stato inquadrato inizialmente il ponte sul fiume Oglio. Il fatto che questa criticità ora sia stata superata ha consentito al percorso in sponda sinistra del fiume Po di diventare ufficialmente parte integrante dell’itinerario di 5.800 km che una volta completato collegherà Cadice (Spagna) a Cipro.

GUARDANDO AL FUTURO
Tra gli altri futuri interventi atti a migliorare le condizioni di transitabilità e sicurezza dei 179 km di percorso (87 km in sponda sinistra da Cicognara a Correggioli e 92 km in sponda destra da Quatrelle a Suzzara) vi sono: la rimozione di alcuni ostacoli fissi che causano problemi di accessibilità, la messa in sicurezza di ponti e sottopassi per il transito di pedoni e ciclisti, la realizzazione di un fondo adeguato alle esigenze dei ciclisti nei tratti non realizzati o che presentano sedime sconnesso o non manutenuto. Agli interventi infrastrutturali si aggiungono quelli di aggiornamento e sistemazione della segnaletica verticale lungo l’itinerario, la messa in sicurezza degli attraversamenti e quelli relativi alla moderazione del traffico o alla chiusura al traffico motorizzato sulla strada arginale in maniera temporanea e/o permanente.

Ma per aprire il territorio al turismo sostenibile e alla ciclabilità non bastano le sole infrastrutture a completamento della EuroVelo 8: l’Action Plan prevede una serie di iniziative e servizi che migliorino fruibilità e conoscenza dell’itinerario e dei territori attraversati. Le strategie prevedono: un servizio gratuito per il trasporto persone e biciclette di coloro che alloggiano in strutture ricettive e bike friendly nel territorio della Provincia di Mantova (che è rimasto attivo da settembre 2018 a dicembre 2019); la realizzazione di un network di operatori economici bike friendly strutturati, riconoscibili e organizzati che offrano servizi dedicati ai cicloturisti; la realizzazione di punti attrezzati per la sosta o la riparazione delle biciclette; la realizzazione di mappe interattive e cartacee di promozione della rete dei servizi e delle infrastrutture.

Tutto questo, e non solo, per migliorare l’accoglienza del territorio mantovano e far conoscere le bellezze naturalistiche, culturali e gastronomiche alle regioni limitrofe e a tutta Europa.

Altre storie
UYN PRESENTA MAGLIA E BIB ALPHA BIKING